Sicurezza sul lavoro, un 2024 di investimenti per l’INAIL

Da 700-800.000 euro a 1,5 miliardi. E’ notevole il balzo di investimenti sulla sicurezza sul lavoro che l’Inail ha in ponte per il nuovo anno appena iniziato. Formazione e prevenzione sono i due ambiti che capitalizzeranno gli introiti maggiori, con l’investimento sulla prima che toccherà i 50 milioni (negli anni passati si attestava intorno ai 10), indirizzati principalmente al potenziamento del dialogo con gli enti bilaterali e all’ampliamento dei fondi interprofessionali. Per quanto riguarda invece gli investimenti in prevenzione, il “budget” sale a 200 milioni. Raddoppia (da 400 a 800 milioni) anche la cifra stanziata per il sistema di Bonus-Malus riservato alle aziende virtuose in termini di malattie e infortuni. Lievita anche l’importo destinato al Bando Isi che, partito nel 2010, toccherà nel 2024 una cifra mai stanziata in quattordici anni: 508 i milioni destinatigli a differenza dell’anno scorso quando furono 333. Aumenta fino al 65% la capacità di copertura delle spese per ogni progetto in materia di prevenzione (con un importo massimo erogabile portato fino a 130.000 euro). La percentuale sale all’80% per i giovani agricoltori.